Essere in coppia dovrebbe essere sinonimo di stabilità e fedeltà, eppure il più grande incubo della maggior parte delle persone è quello di subire un tradimento da parte del proprio partner. Istintivamente ognuno di noi è portato a dire che, se malauguratamente dovesse trovarsi nella situazione, non riuscirebbe mai a perdonare un tradimento. Nella realtà dei fatti questo proposito non trova piena realizzazione.

Basti pensare che, secondo le ultime statistiche ufficiali, il 56% degli uomini sposati sarebbe disposto a perdonare un tradimento. Un po’ meno indulgenti le donne, delle quali solo il 34% sarebbe disposta a dare una seconda chance al compagno fedifrago. Dati statistici a parte, una cosa è certa: si tratta di un’esperienza da incubo per chiunque la subisca.

L’infedeltà spesso distrugge le coppie, anche quelle più consolidate, e getta la persona tradita nello sconforto, portandola a sviluppare dei sentimenti di insicurezza e gelosia ossessiva, che potrebbero ripercuotersi sui partner successivi. Eppure alcuni psicoterapeuti sostengono che il tradimento faccia bene alla coppia e in alcuni casi addirittura la rafforzi.

Il tradimento rafforza la coppia? I tre tipi di tradimento: fisico, mentale e virtuale
Il tradimento può essere fisico, mentale e virtuale

I tipi di tradimento possibili: fisico, mentale o virtuale

Possiamo classificare l’infedeltà coniugale in tre tipologie: tradimento fisico, tradimento mentale e tradimento virtuale.

Tradimento Fisico

Il tradimento fisico, o reale, è il più classico dei tradimenti. In molti lo ritengono il più pericoloso tra i tre, ma in realtà può rivelarsi il più inoffensivo, dato che solitamente ha breve durata. In genere si tratta di un vero e proprio tentativo di evasione dalla routine della relazione, ed avviene in modo occasionale. Può però diventare dannoso nel momento in cui il partner comincia a sentire un coinvolgimento emotivo nei confronti dell’amante e inizia a frequentarlo di nascosto, instaurando una vera e propria relazione parallela.

Tradimento Mentale

Il tradimento mentale, invece, non comporta mai un contatto fisico, ma può rivelarsi comunque molto dannoso, in quanto provoca delle vere e proprie crisi all’interno della coppia. Avviene quando si fantastica costantemente su un persona diversa dal partner. Il 92% di quelli che lo subiscono ritiene che non sia un vero e proprio tradimento, o comunque tende a non dargli troppo peso. In realtà dovrebbe essere considerato un campanello d’allarme, sintomatico del fatto che all’interno della relazione c’è qualcosa che non soddisfa pienamente.

Tradimento Virtuale

Alzi la mano chi non è mai stato colpito dalla tentazione di controllare lo smartphone del proprio partner: il tradimento virtuale può essere considerato il più giovane dei tre tipi. Ha iniziato a manifestarsi soprattutto negli ultimi anni, con l’avvento dei social network come Facebook e Instagram, e delle app di messaggistica istantanea come WhatsApp. Il tradimento avviene flirtando in modo regolare con una o più persone diverse dal proprio partner.

Come tradiscono gli uomini e come tradiscono le donne: differenze

Gli uomini sono più propensi al tradimento fisico, soprattutto intorno al settimo anno di matrimonio o di convivenza. L’infedeltà maschile si ha in genere nella fascia d’età compresa tra i 29 e i 49 anni. I motivi che portano al tradimento possono essere i più svariati: problemi nel rapporto di coppia, la routine, il desiderio di provare emozioni forti, l’insoddisfazione, le mancanze, e così via.

Le donne sono generalmente molto più fedeli e legate ai propri partner, ma nel momento in cui non si sentono apprezzate o desiderate, possono iniziare a tradire mentalmente fantasticando su un altro uomo (che spesso già si conosce, come un amico o un ex fidanzato), oppure virtualmente. La fascia d’età in cui avviene il tradimento per il gentil sesso è molto diversa da quella degli uomini: va infatti dai 50 ai 65 anni.

Il tradimento rafforza la coppia?Perdonare un tradimento?
Come cambia la coppia dopo la scoperta di un tradimento?

Cosa succede dopo un tradimento e come cambia la coppia?

La scoperta di un tradimento è paragonabile a un terremoto: mina anche le coppie più solide e le fa crollare come se fossero un castello di carta. Può capitare che il traditore, nel momento in cui viene scoperto, sia pervaso dai sensi di colpa, o al contrario non riesca a provarne affatto. Il tradito, come già abbiamo detto, non solo perde completamente la fiducia nei confronti del partner, ma sviluppa anche molte insicurezze e una gelosia ossessiva, nonché malesseri a livello fisico e psicologico.

La maggior parte delle coppie, non riuscendo a superare l’ondata d’urto, decide di lasciarsi. Altre invece, passata la fase più critica, decidono di provare a superare insieme l’accaduto.

Perdonare un tradimento però non è una scelta facile: infatti, oltre a ricostruire un rapporto di fiducia, occorre anche recuperare la stima e la complicità come coppia. È possibile questo? La risposta è sì. Non basta solo una grande forza di volontà da parte di entrambi i componenti della coppia, ma bisogna avere il desiderio comune di venirsi incontro e di condividere progetti e attività, sia nella vita quotidiana, sia nella vita intima.

Tradimento: meglio confessare oppure no?

La confessione di un tradimento è una questione molto soggettiva. Alcune persone sentono l’esigenza di rivelare al partner la propria infedeltà, altre invece decidono di tenere questo segreto per sé, non avendo il coraggio di confessarlo. In linea di massima,  comunque, è consigliabile confessare un tradimento, per rispetto nei confronti del partner e dei suoi sentimenti. Nel momento in cui si fa questa scelta, bisogna ovviamente prepararsi alle inevitabili conseguenze.

Perché una coppia non si lascia nonostante il tradimento?

Una coppia può decidere di continuare la propria relazione e di non lasciarsi, nonostante l’infedeltà. Questo avviene essenzialmente per due motivi.

Il primo è che i due partner riescono a sopravvivere all’intrusione di una terza persona perché hanno sviluppato una sorta di dipendenza affettiva l’uno nei confronti dell’altro, e il pensiero di lasciarsi è più terribile del tradimento stesso.

Il secondo, e in questo caso la coppia olimpica formata da Zeus ed Era ne è un esempio lampante, è che l’amore è così forte e indissolubile che riesce a superare ogni ostacolo.

Lui mi ha tradito: lo lascio oppure lo perdono?

La scoperta di un tradimento è sempre devastante e non è facile fare la scelta più giusta, soprattutto se ci sono di mezzo dei figli o se si è sposati da molti anni. Lasciare il partner e provare a ricostruire la propria vita oppure perdonarlo? E’questo il dilemma che attanaglia le persone tradite.

Dove cercare conforto e aiuto? Nulla è efficace quanto uno sfogo con un amico, con qualcuno che conosce noi e il nostro rapporto e può fornire un parere oggettivo. Tuttavia, se ciò non dovesse essere possibile per una serie di motivi, o se l’opinione dell’amico non dovesse convincerci fino in fondo, possiamo in alternativa chiedere un consulto dei Tarocchi dell’Amore, per avere un consiglio in più.

I Tarocchi dell’Amore possono fornire risposte a molte domande. Possono ad esempio rivelarci se il partner ci ha tradito, oppure, se abbiamo già scoperto il tradimento, i Tarocchi possono suggerire qual è la strada giusta da percorrere tra il perdono e la ricostruzione di una nuova vita.